10 comments on “laura costato ….

  1. civale giuseppe scrive:

    Con chi stiamo noi? con Le tesi di Giannino o di Barnahrd? Lira o Euro?

  2. civale giuseppe scrive:

    Alcuni paesi ad autonomia monetaria, pur avendo dei debiti complessivi superiori al nostro, stanno molto meglio di noi. Forse perchè gli stati possono direttamente intervenire in caso di bisogno e non essere legati ad una politica finanziaria comune con situazioni sociali ed economiche molto differenti. Molti economisti sostengono che l’euro è stata una tragedia per l’Europa ed a proposito, alcune banche americane hanno già decretato la fine dell’euro. Crederci ancora?

  3. elena scrive:

    Ciao Laura complimnenti e gazie per il tuo intervento che hai espresso per tutti noi da Paagone

  4. ALESSANDRO scrive:

    SETTEMBRE??????
    COSA SUCCEDERA’ A SETTEMBRE NESSUNO LO SA.
    ORA SI VA A NANNA . LE IMPRESE CHIUDONO PER FERIE . IL GOVERNO ANDRA IN FERIE (GIA C’E’ DA TEMPO).DI LAVORO,DISOCCUPAZIONE,FALLIMENTI, ECC. NON SE NE PARLERA’ PER UN MESETTO, MA POI A SETTEMBRE COSA SUCCEDERA’?
    RITORNEREMO A PARLARE DELLE SOLITE COSE, CHE NON CI SI FA AD ANDARE AVANTI CHE IL LAVORO MANCA CHE LO STATO CI OPPRIME CON LE SUE TASSE E POI PAROLE PAROLE .

    RAGAZZI CON LE PAROLE NON SI VA DA NESSUNA PARTE OCCORRE FARE COME IN SPAGNA ALTRIMENTI COME DICE LA CANZONE ( SONO SOLO PAROLE,PAROLE).

    SALUTI A TUTTI COLORO CHE RESISTONO .BUONE FERIE.

  5. Ugo Bernasconi scrive:

    Laura, come SEMPRE riesci a condensare in poco tempo concetti importanti, spiegando con chiarezza il disagio degli imprenditori.
    Personalmente credo sia impossibile essere più concisi.
    Complimenti e grazie per il tuo supporto.

  6. giòTorino scrive:

    Grazie, Laura da tutti noi !

  7. LC scrive:

    Grazie a Voi, non amo particolarmente la tv, soprattutto perché sono costretta ad ascoltare sempre le stesse cose da quattro anni senza aver mai una risposta. Le teorie macro sono indubbiamente interessanti ma credo che i modelli teorici siano essenziali per capire, ma occorre l’applicabilità nel concreto. Quando ascolto gli economisti in genere mi sembra che ci descrivano una realtà condivisibile a volte innegabile, mi trovo d’accordo e persino illuminata, ma poi nonostante la fase culturale mi siedo ad una scrivania a pensare come architettare i pagamenti, a coprire i conti in banca, a pagare gli f24 e quella illuminazione e quelle nozioni mi diventano inutili. Questo è il nostro concreto, il nostro problema di ogni giorno che Dio manda in terra ed anche se la mia consapevolezza è cresciuta i problemi rimangono gli stessi. Non capisco il perché i media e le redazioni non capiscano che alla gente interessa molto di più la vita reale delle solite facce, senza nulla voler togliere a nessuno, e non diano la possibilità agli imprenditori di scendere nelle arene con i cosiddetti ” vip”… Forse perché i cosiddetti vip non parteciperebbero sapendo di avere di fronte non delle teorie ma delle realtà alle quali non saprebbero che rispondere e farebbero la figura che gli spetta, dei somari che ragliano fandonie ed accampano scuse, solo che in questo caso avrebbero un vero confronto. Non me la sono presa con Maroni in quanto tale, per me un politico vale l’altro, sono le bugie e le scuse che non sopporto più. Mi piacerebbe aver il tempo e lo spazio per fargli capire che le valige non dovrei farle io ma tutti loro. Comunque, a parte la rabbia che rimane, ringrazio tutti per il sostegno.Vorrei lanciare un appello a tutti, per quel signore che con composta disperazione ha parlato prima di me, cerchiamo di aiutarlo, economicamente se possiamo ma soprattutto umanamente. Ho capito che la sua profonda solitudine è la cosa che riesce a farlo soffrire più del dormire in macchina dopo essere stato derubato di tutto. Non ho,avuto il tempo di parlare molto con lui, ma la sua dignità mi ha toccato nel profondo.

  8. civale giuseppe scrive:

    Ciao Laura, io non ti ho fatto i complimenti, ma era implicito. Penso che a questi convenevoli, che naturalmente fanno sempre piacere, possiamo anche soprassedere. Io non ti posso descrivere cosa ho provato quando quando quel signore con molta pacatezza e tantissima educazione ed umiltà, ma soprattutto con una dignità unica, ha parlato della sua storia. Ogni volta che sento queste storie, in me cresce la rabbia verso questo sistema che piano piano ci porta alla deriva ed all’annullamento della nostra personalità, però per fortuna, e quel signore ci insegna, dobbiamo trovare la forza di reagire credere in noi stessi e rialzarci sperando che qualcuno ci tenda una mano. Ho sentito una costrizione al cuore ed ho provato una commozione che ho fatto fatica a trattenere. Queste storie dovrebbero far riflettere i nostri politici, ma non solo i politici, anche la gente tutta per fargli capire dove una società che si dice progredita, possa portare noi tutti con la sua cecità ed insensibilità e che quello che adesso accade a pochi domani potrebbe toccare tutti. Laura se riesci a contattare quel signore, facci sapere come possiamo aiutarlo concretamente.
    Un caro saluto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...