iniziamo da qui! SPORTELLO AMICO “EQUITALIA”

23

Città

Sportello

Orari

MILANO

VIA LIBERO TEMOLO 1, ANG. VIALE DELL’INNOVAZIONE

Dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.20 alle 13, semifestivo dalle ore 8.20 alle 11

MILANO

VIA SAN GREGORIO, 55/53

Dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.20 alle 13, semifestivo dalle ore 8.20 alle 11

TORINO

VIA ARSENALE, 23

Dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.20 alle 13, semifestivo dalle 8.20 alle 11.50

GENOVA

VIA G. D’ANNUNZIO, 34

Dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.20 alle 13.20, semifestivo dalle 8.20 alle 11.50

FIRENZE

VIA BARACCA, 134/A

Dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.20 alle 13, semifestivo dalle 8.20 alle 11

BOLOGNA

VIA TIARINI, 37

Lunedì, martedì, mercoledì e venerdì, dalle ore 8.25 alle 13.25, giovedì dalle 8.25 alle 13.25 e dalle 14.25 alle 15.45
Nei giorni semifestivi: dalle 8.25 alle 11.25

L’apertura pomeridiana del giovedì è sospesa nel mese di agosto e nei giorni semifestivi.

PESCARA

VIALE D’ANNUNZIO, 91

Dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.20 alle 13, nei giorni semifestivi chiusura alle 11

ROMA

VIA CRISTOFORO COLOMBO, 271

Dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.35 alle 13.30, semifestivo dalle 8.35 alle 12.45

ROMA

VIA AURELIA, 477

Dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.35 alle 13.30, semifestivo dalle 8.35 alle 12.45

ROMA

VIA PALMIRO TOGLIATTI, 1545

Dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.35 alle 13.30, semifestivo dalle 8.35 alle 12.45

ROMA

VIA DELLA MARINA, 34/38

Dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.35 alle 13.30, semifestivo dalle 8.35 alle 12.45

NAPOLI

VIALE  KENNEDY, 7/15

Dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.10 alle 13.10 semifestivo dalle 8.10 alle 11.10

NAPOLI

CORSO MERIDIONALE, 52

Dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.10 alle 15.30, semifestivo dalle 8.10 alle 11.10

NAPOLI

VIA SAN GENNARO AL VOMERO, 12

Dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.10 alle 15.30, semifestivo dalle 8.10 alle 11.10

COSENZA

VIA XXIV MAGGIO, 45/N

Dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle 13.30, semifestivo dalle 8.30 alle 11.45

FOGGIA

VIA PORTOGALLO, 12/18

Dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle 13.30, semifestivo dalle 8.30 alle 11.45

10

16

 

23 comments on “iniziamo da qui! SPORTELLO AMICO “EQUITALIA”

  1. luca peotta scrive:

    cari tutti,

    ieri sera durante la trasmissione di Matrix (colgo l’occasione per ringraziare tutta la redazione per aver creduto e concentrato tutta una puntata su ICR e sul progetto TERRAFERMA) abbiamo dato un primo segnale di positività grazie anche alla disponibilità di Equitalia. Il frutto dell’accordo verbale da parte di Equitalia a voler collaborare con ICR ha un significato di un’importanza fondamentale. Credo fermamente che la serietà del nostro operato di tre anni sia stato d’esempio e premiato dall’accordo,reso pubblico durante la trasmissione televisiva. Concludo dicendo che siamo al lavoro per concretizzare l’accordo annunciato pubblicamente,la nostra funzione sarà una sorta di “casco blu” limitando paure e difficoltà a confrontarsi. Dimostriamo insieme la parte buona di quest’Italia. Un ringraziamento particolare va a Antonella Gorret per il suo coraggio e per l’apertura al dialogo che ha dimostrato. Vi allego un link del Corriere della Sera,articolo di poche ore fa:

    http://www.corriere.it/economia/12_maggio_10/saldutti_funzionario-befera_7bf5b41a-9a74-11e1-9cca-309e24d49d79.shtml

  2. ale scrive:

    Chiedo scusa a tutti, ma gli indirizzi di “sportello amico” sono di Agenzia delle Entrate o Equitalia?
    Stamattina quando li ho scaricati riportavano Agenzia delle Entrate, ma se è Equitalia: beh, per il mio caso nn possono fare nulla perchè dipende da Agenzia Entrate!
    Attendo Vs commenti, grazie!

    • luca peotta scrive:

      hai ragione Ale … è stato corretto da me dopo aver scritto erroneamente … scusa se ho risposto solo ora!

      • ale scrive:

        Non ti preoccupare Luca, già la telefonata che abbiamo avuto ieri mi ha “ricaricato un po’”. Quei documenti che ti ho mandato per mail ti sono arrivati?

  3. Claudio scrive:

    Caro Luca,

    prima di aprire sportelli amici bisognerebbe che Equitalia & Co. si coprissero il capo di cenere, afcesse ammenda dei loror errori e iniquità e smettesero di farli.

    Nel 2007 dopo stressanti trattative ho rateizzato dei debiti con equitalia/agenzia delle entrate. garantini da fidejussioni bancari. Tutti voi potete immaginare quanto sia difficile avere delle fidejussioni per pagare debiti erarariali. Ad Agosto 2007 senza alcun preavviso e/o comunicazione equitalia mi mette una ipoteca (muta) sulla casa.

    Vi lascio immaginarie che cosa hanno fatto le banche e le finanziare con cui lavoravo quando, nel 2008 se ne sono accorte.

    Tanto per darti una idea del mio fatturato:

    2006 102.000 Euro 0 dipendenti
    2007 280.000 Euro 2 dipendenti
    2008 560.000 Euro (ma avevo un portafoglio ordini per arrivare al milione) 3 dipendenti e 2 collaboratori esterni

    2009 Chiuso.

    Io usero tutte le mie forze e tutti i mezzi che la giustizia civile e penale mi mette a disposizione per combattere equitalia e i suoi funzionari. Fino a hce non avro ottenuto giuistizia non mi sarà risarcito il danno.

    SONO FUNZIONARI DELLO STATO E SONO I PRIMI A FREGARSENE DELLE LEGGI. CON GENTE COSI’ NON SI TRATTA!

    • ugobernasconi scrive:

      MI AUGURO CHE LO STATO ITALIANO APPROVI UNA LEGGE CONTRO LA PROSTITUZIONE……
      COSÍ I DIPENDENTI DI EQUITALIA SARANNO COSTRETTI A CAMBIARE LAVORO

  4. patrizia021 scrive:

    anche oggi il bollettino di guerra ha aggiunto dei caduti,
    purtroppo tutti i giornali e le tivu parlano di Equitalia e delle proteste nei loro confronti
    Befera dice che non bisogna prendersela con loro perchè riscuotono solo i debiti
    ovviamente hanno omesso di dire che gli interessi che applicano sono peggio degli strozzini oltre alle spese abnormi e agli atti di terrorismo psichico che applicano verso i debitori ipotecando e bloccando ogni avere e perseguitandoli sino allo stremo, anche quando commettono errori che per vedere corretti aspetti anni e devi difenderti, ma siamo matti?…..
    lo stesso vale per il governo
    che al solito predica bene e razzola male
    pretende i pagamenti delle diverse tasse senza vedere se tu hai incassato, anzi per assurdo non paga i suoi debiti, che arroganza…
    e dire che dovrebbero dare l’esempio

  5. Piero scrive:

    E’ la corda che sta sta saltando, tutti questi episodi sono fili che si rompono ma loro continuano a tirare, non hanno ancora capito che la gente non ha piu’ da dare (o forse si )vogliono anche le mutande, lasciandoci con una foglia di fico!!!
    Ma perchè sono cosi pessimista!?! Adesso ci pensano i partiti a dare il buon esempio,rinunciando a ben il 50% dell’ultima rata(180.000.000,00)di super meritati rimborsi elettorali…..

  6. ALESSANDRO scrive:

    SI PIERO RINUNCIANO AL RIMBORSO PER DARLO POI AI SOLITI AMICHETTI CHE GLIE LI RETITUISCONO PERTANTO E’ LA SOLITA PRESA PER IL C….
    E’ ORA DI GRIDARE BASTA.CHIEDO A LUCA CHE E’ IL PORTAVOCE DI ICR DI COMINCIARE A PENZARE DI POTER ORGANIZZARE UNA MANIFESTAZIONE ANCHE CON LE ALTRE ORGANIZZAZIONI (CINQUE STRLLE,FEDERCONTRIBUENTI,SOS EQUITALIA ECC)PER DARE UN PO’ DI PRESSIONE A QUESTO STATO SORDO PERCHE DA QUANTO ANNO DETTO INTRASMISSIONE EQUITALIA E SOLO IL CASSIERE DEL MANDANTE CHE E’ IL GOVERNO CHE EMANA LE LEGGI.
    PERTANTO VEDIAMO DI ORGANIZZARE QUAL’COSA ALTRIMENTI A SETTEMBRE PREVEDO CHE D’IMPRESE RIMARRANNO BEN POCHE’.
    SALUTI E DIAMOCI DA FARE NON SOLO SCRIVERE MA STABBILIAMO IL GIORNO IL LUOGO E PORTIAMO QUANTA PIU’ GENTE POSSIAMO (IMPRENDITORI,AMICI,PARENTI) PERCHE’ CHI PENZA DI FARLA FRANCA NON HA FATTO I CONTI CON GLI EVENTI CHE INEVITABBILMENTE COLPISCONO TUTTI.
    SALUTI A TUTTI.

    • luca peotta scrive:

      Ricevo e pubblico da Savona:

      Caro Presidente
      ho il piacere di confermarTi la positiva conclusione della vicenda Equitalia , grazie all’intervento di Imprese che resistono per il Tuo tramite della vicenda savonese

      Altro caso andato a buon fine!!!

      • alessia scrive:

        Sono proprio stra contenta : allora siamo proprio sulla strada giusta!!!

      • VERENA scrive:

        …..leggere queste parole mi confortano un pò,
        stanotte non riesco a chiudere occhio,la mente vaga verso mete opprimenti,sono ansiosa,ho un senso di soffocamento che mi attanaglia la gola,domattina alle 9,30 ho l’incontro all’agenzia delle entrate per l’accertamento induttivo che ho incorso,non avrei mai pensato di trovarmi un giorno a stare così male per il lavoro che amo,ora capisco le ingiustizie del sistema giudiziario,comprendo benissimo lo stato d’animo di un’innocente che deve dimostrare di esserlo,a persone che forse non gli crederanno mai,è una delle cose più terribili che si possano provare.
        Quanti pensieri mi vengono alla mente,io che sono certa del mio operato,mi domando,come sia possibile che un’agenzia che deve vigilare sul tuo operato,sia così distante dalla mia realtà,se questi sistemi fossero basati su dati certi,funzionerebbero,premiando i contribuenti onesti,penso a quante persone certe di non aver evaso hanno pagato solo per continuare a lavorare,e quanti evasori hanno pagato solo una minima parte di ciò che realmente avrebbero dovuto,tutta questa esperienza che dura ormai da 10 lunghissimi mesi,mi ha privato di molto,mi ha tolto la serenità,che compromette un pò anche il funzionamento della mia attività,mi ha resa nervosa e subito irritabile,e il prezzo di tutto ciò insieme a me lo sta pagando anche mio figlio di 14 anni,che per me è la persona più cara che ho,viviamo solo io e lui,ma in tanti momenti difficili della mia vita è stato il motore della mia forza,oggi sentendomi parlare al telefono con un amica,alla quale spiegavo che domattina all’incontro diro le cose come realmente sono sperando che la verità sia riconosciuta,lui è intervenuto dandomi dell’ingenua,mamma non hai ancora capito che in Italia non funziona così,questa cosa mi ha fatta riflettere,avrà anche ragione,ma alla fine non possiamo sempre pensare che tanto è cosi e non si potrà fare mai niente.
        Domattina mi armerò di tutta la forza e la costanza per poter affermare ciò in cui credo,ma credo che non finirà qui lottero per poter cambiare il sistema,perchè oggi è toccato a me,ma domani potrà succedere ad altri è questo non è giusto!!!!!

        DIFENDERSI DALLO STATO NON PER AVER RUBATO,MA SOLO PER AVER LAVORATO..SEMBRA CHE CHI LAVORA OGGI E’VISTO COME UN DELINQUENTE……e per fortuna che il lavoro nobilità …riflettiamo !!!
        GRAZIE amici di ICR anche questa sera,a casa nella mia angoscia,con voi non mi sono sentita sola….
        VERENA

  7. maurizio anselmi scrive:

    Buongiorno Verena,
    quanto hai scritto si sente che esce direttamente dal cuore. Ricordati che non sei sola; siamo tutti “un pò malconci” ma questa “nostra casa” serve proprio per offrire una parola amica, per regalare una semplice carezza, per crescere insieme ed insieme affrontare il nostro futuro e quello dei nostri figli.

    Buona giornata Verena.

    Se senti la necessità di parlare sull’home page del sito ICR trovi il numero del mio cellulare.

    Un grande abbraccio a te e a tuo figlio.

    Maurizio

  8. alessia scrive:

    Ciao Verena,
    I miei riferimenti ce li hai, per qualsiasi cosa sono a tua disposizione.
    Quando vai davanti a questi funzionari devi avere: sangue freddo,pazienza in quantità industriale e mi raccomando tanta ma tanta grinta ( non nel senso di mandarli al diavolo) ma devi essere pronta a rispondergli in maniera chiara ed esaustiva senza tentennamenti.

    Un grosso abbraccio e “in bocca al lupo”
    Alessia

  9. Lisa scrive:

    Ciao Verena,
    come è andata? Spero che tutto sia andato per il meglio.

    Un grosso abbraccio
    Lisa

  10. laura scrive:

    ciao verena ci racconti come è andata?

    • VERENA scrive:

      ….un saluto a tutti voi, e grazie per il pensiero che molti di voi hanno avuto nei miei confronti,questo è il grande potere di ICR…
      ieri mattina, come molti di voi sanno mi sono recata all’Agenzia delle Entrate di Asti,nell’attesa che arrivassero i funzionari,mi sono fermata a riflettere,(sono una persona che pensa molto,e non sono impulsiva)io sono certa del mio operato,so di non essere un evasore,ma credevo,forse molto ingenuamente,che questi funzionari tanto elogiati dal Sig. Befera fossero in grado di fare il loro lavoro,e quindi riuscire a determinare chi evade e chi NO! invece ho capito che il sistema fa acqua da tutte le parti…io penso ” che è verissimo che tanti evadono le tasse,soprattutto nel mio settore,ma l’assurdo è che loro pensano che tutti lo facciano….questa è una cosa gravissima,perchè tu onesto cittadino devi difenderti per ciò che non hai commesso partendo da una posizione di grande svantaggio…e pensare che il nostro sarebbe un paese democratico…DOVE ?…se questi funzionari pensano che siamo colpevoli sino a prova contraria…la mia è una piccola realtà,io ho creato questo BAR-VINERIA (se vi interessa vederlo digitate http://www.cafeconteamico.it) nel 2004, in un piccolo ma stupendo paesino del Monferrato,dove erano anni e anni che un bar non riusciva ad esistere,ho lottato contro burocrazia e barriere architettoniche,visto che sono collocata in un castello medievale,e per la ristrutturazione ho avuto a che fare con sovraintendenza alle belle arti,che molte volte non capivano le regole dell’ASL,perfino il Sindaco del paese mi aveva espresso il suo personale parere ” non so se riuscirai ad aprirlo” e invece il 19 agosto 2004 ( con 3 mesi di ritardo grazie al sistema)inauguro il Cafè del Conte Amico,sono stati anni di grande impegno, pensate che neanche la Banca del mio paese aveva creduto nel mio progetto,ho dovuto sbattermi a trovare i fondi,abbiamo lavorato io e miei soci per parecchi mesi senza prendere stipendio,ci siamo ingegnati per creare iniziative e servizi che portassero la gente a venire da noi,io sono la CUOCA è amo moltissimo cucinare,tanto che questo è stato percepito dai nostri affezionatissimi clienti,il locale è piccolino con 20/22 coperti in inverno che diventano 40 nella stagione estiva avendo uno splendido DEHOR naturale,orgogliosa di aver creato un azienda che lavora,questa è la mia forza ,l’orgoglio e la buona volontà,il mio locale nel 2011 ha un fatturato di € 230.000,00 circa sempre in salita nonostante i tempi veramente duri, che mi hanno portato a un lavoro molto più flessibile per venire in contro alle esigenze delle persone,che sono i miei clienti,che se oggi sono in difficoltà economica,io devo comprenderlo e aiutarli a soddisfare quello che da noi si aspettano,il mio moto è sempre stato ” capire per superare”daltronde queste persone quando economicamente potevano più di adesso,da me sono sempre venuti,e ora tocca a noi capire loro,questa è stata una scelta che oggi ci ha…… PREMIATI……professionalmente….. MA non CON gli STUDI DI SETTORE…anche se comgrui e coerenti a loro non tornano alcune cose…secondo questi funzionari ….secondo loro ogni caffè venduto dalla vineria corrisponde ad un pasto completo che secondo una loro stima è di € 16,00 quindi diviso il ricavo della vineria per € 16,00 determina un numero di pasti che non corrispondono ai caffè prodotti quindi determinano che non tutti quelli che mangiano prendono il caffè, si stima il 75%,quindi tutti i caffè che mancano all’ apello sono riconducibili a pasti completi evasi per una multa di circa € 68.000,00…ASSURDO VERAMENTE ASSURDO!!!
      nel mio locale si può mangiare un tagliere di salumi per € 7,00 e prendere un caffè per un tot di € 8,00 che non corrisponde alle loro presunzioni,da me non esiste proprio il pasto fisso,poi essendo anche bar vendiamo qualsiasi prodotto,quindi quasi impossibile attribuire un prodotto legato ad un altro….trovando tutto ciò ingiusto e non avendo i soldi per iniziare un ricorso,visto che per accedervi bisogna prima versare un terzo della sanzione,in una notte di profonda disperazione ho scritto a giornali locali e a diverse TV,sono stata contattata da BALLARO’ ,che ha trovato interessante il nostro caso,sono venuti da me a fare il servizio che hanno mandato in onda martedì 29 maggio,suscitando grande attenzione dai giornali locali che hanno pubblicato il nostro caso,portando l’attenzione anche dell’ufficio dell’agenzia delle entrate,ho avuto una grande paura a fare tutto ciò,paura che mi si potesse rivoltare contro,paura di coinvolgere le persone che avevo accanto,paura di trascinare mio figlio in tutto ciò,ma alla fine sono andata in fondo portando alla luce del giorno ciò che mi è accaduto,non avevo niente da nascondere e niente da perdere,stavo già perdendo tutto, si perchè questa multa mi porterebbe alla chiusura dell’attività, non so se è per questo o per chissà quale altra decisione,so solo che ieri mattina ci hanno proposto di passare da un accertamento induttivo ad uno analitico per comprendere meglio,io sono certa del mio operato e credo che se questa ricostruzione analitica sarà fatta nella maniera che mi auguro,non farà che affermare concretamente ciò che io ho sostenuto fin dall’inizio di questa triste vicenda ( 3 agosto 2011)…NON SIAMO EVASORI FISCALI…
      un fortissimo abbraccio a tutti
      VERENA
      P.S. se riesco vorrei partecipare a l’incontro di ICR a Monza così conoscerò alcuni di voi….grazie ancora a tutti

  11. Lisa scrive:

    Che bello Verena sono contentissima! Il problema non si è risolto completamente ma ogni piccolo passo è una grande vittoria, sono davvero felice per te. Un grandissimo abbraccio e tienici aggiornati, tifiamo tutti per te!

  12. alessia scrive:

    Follie per follie questa è il massimo:
    Un mio cliente ha ricevuto una cartella di Equitalia per eur 235.00 relativa a un bollo del 1997 di una autovettura del 1982 che gli è stata rubata nel 1994!!!!
    E’ andato presso uno sportello aci per farsi fare una visura storica della targa associata al mezzo, e si sentre rispondere dall’impiegato aci che ” sai, loro ci provano, pensano che magari tu tieni la macchina come antiquariato!”.

    Il ragionamento che il mio cliente ha fatto è stato questo: ma se la macchina me l’hanno rubata nel 1994, perchè mi chiedi un bollo del 1997? Semmai mi chiedevi quello del 1995.
    Gli ho suggerito di non perdere tempo a telefonare in Equitalia, ma di presentarsi allo sportello amico con i documenti ( la visura fatta all’Aci e copia della denuncia) per ottenere subito lo sgravio!

    Follia? In un paese normale sì, in Italia è ordinaria “amministrazione!

  13. maria giuliana scrive:

    Cosa vuole dire sportello amico

  14. Lorenzo scrive:

    Ciao a tutti, volevo solo riportare la vicenda allucinante che sta rovinando un mio cliente (e amico): Prima i Fatti: lui, titolare di un impresa di scavi, nel 2008 vince una gara di appalto per un grosso lavoro di scavi dal comune di ……(non posso dire il comune c’è un indagine aperta, cmq al nord) scavi per costruire un grande parcheggio sotterraneo. Dopo circa un anno di lavori e grossi investimenti economici (escavatori, personale ecc…) conclude e deposita la fine lavori a maggio del 2009, con fattura da saldare in 2 parti entro 60gg la prima e 120 la seconda. A luglio del 2010 le fatture risultano inevase cioè non pagate e dopo una trafila di avvocati e tribunali che dura fino alla fine del 2011 fatta di udienze rimandate ecc…a oggi non ha ancora percepito nulla. In tutto questo il mio cliente va in crisi economica, non essendo rientrato di quel lavoro, non può permettersi di prenderne altri, e quindi comincia ad usare il suo capitale personale per poter far fronte alle spese (bollette, salari dei dipendenti, leasing dei mezzi) e comincia a vendere parte dei propri beni, e dei macchinari per poter continuare a stare a galla nella speranza di ricevere almeno una parte dei soldi del comune…….cosa che non avviene. A giugno 2012 si vede recapitare una cartella di equitalia che gli chiede il pagamento delle tasse del 2010 e 2011……….una cifra astronomica con pesantissime more (insomma lo sapete). Ora io dico, il comune è un ente statale, lo stesso stato che ora gli chiede tributi arretrati che non ha potuto, per colpa loro, pagare. I numeri: il lavoro è costato al mio cliente circa 212.000 € le fatture inevase ammontavano a 300.000 € considerando un fatturadio medio suo annuale di c.a. 150.000 € per 2 anni in cui è stato fermo, più le tasse che ora vuole lo stato siamo ad un danno totale che si avvicina al milione di euro……………………………..il Mio cliente è fallito ed ha lasciato a casa 14 dipendenti! lo stato ha rovinato 15 famiglie……a voi i commenti……grazie.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...