Public Policy … di Gaetano Veninata

2

ECONOMIA, LE PMI CHE “RESISTONO”: SBLOCCARE SUBITO L’IVA PER CASSA

INTERVISTA A LUCA PEOTTA, IMPRENDITORE E ANIMATORE DI “IMPRESE CHE RESISTONO”

 

(Public Policy) – Roma, 13 giu – (di Gaetano Veninata) “Se

dovessi scegliere cosa chiedere al Governo? L’Iva per cassa

estesa fino ai 3 milioni di euro di fatturato, senza

pensarci su due volte”. Non ha dubbi Luca Peotta,

imprenditore e animatore di “Imprese che resistono”, un

gruppo di Pmi che si sono associate per “resistere alla

crisi” (“Siamo 4 mila, in continuo aumento”).

Il problema dei ritardi nei pagamenti dello Stato, delle Pa

e dei grandi gruppi industriali nei confronti delle piccole

e medie imprese raggiunge ogni giorno nuovi record negativi:

ritardi che vanno dai 90 ai 180 giorni, miliardi di euro in

attesa di essere sbloccati.

C’è una direttiva europea, entrata in vigore il 15 marzo

2011 e da recepire entro lo stesso mese del 2013, che impone

il limite di 30 giorni (60 solo in casi eccezionali); e ci

sono mozioni, proposte di legge e decreti (quattro, per la

precisione, presentati il 22 maggio) che disciplinano i

rapporti di credito e debito tra Pa e imprese fornitrici.

Eppure la situazione rimane “esplosiva”, per Peotta, perchè

di concreto, finora, “non c’è nulla”.

D. Qual è la situazione reale delle piccole e medie imprese

in Italia?

R. Per quanto riguarda il pubblico ci sono tra i 70 e gli

80 miliardi di euro che lo Stato non sta pagando alle Pa,

perchè poi le Pa li devono dare a noi. Dall’altra parte ci

sono i rimborsi Iva e anche lì siamo in alto mare; poi c’è

una situazione di debiti tra privati che non è certo rosea.

Il problema è che mentre gli altri Stati membri si sono

preoccupati 7 anni fa di portare a regime un provvedimento

che garantisse senza clausole la certezza dei pagamenti, da

noi la legge termina con tre magiche parole: “Salvo diversi

accordi”. A noi basterebbe anche la certezza dei 60 giorni

(e non dei 30, come dice l’Europa): è pur vero che in

Francia e Spagna in 45-30 giorni pagano, addirittura in

Germania bonificano due volte al mese.

D. Cosa ha fatto finora il Governo per dare ossigeno alle

Pmi in difficoltà?

R. Guardi, quando è arrivato il Governo Monti noi abbiamo

esultato, eravamo molto fiduciosi. Poi vai a vedere i

provvedimenti presi, e trovi l’Imu. Francamente siamo

delusi, stiamo ancora aspettando qualcosa. All’inizio si era

millantato il tribunale ad hoc per le imprese, ma io non ho

ancora visto niente. Non capiscono che se le diatribe

industriali uscissero fuori dal recinto della giustizia ne

guadagnerebbero tutti: adesso basta un pretesto tecnico per

non pagare, e l’imprenditore deve iniziare tutta una trafila

burocratica che se va bene porterà a sentenza dopo 5 anni.

Hai il tempo di morire.

D. Con il decreto liberalizzazioni sono stati sbloccati 5,7

miliardi di euro per il pagamento dei debiti delle pubbliche

amministrazioni, 2 miliardi dei quali pagabili alle imprese

in titoli di Stato.

R. E’ una goccia nel mare, non è assolutamente sufficiente,

perchè siamo in una situazione critica e più aspettiamo più

le aziende chiudono. Non bisogna sottovalutare inoltre il

lato burocratico del problema: mettiamo il caso che io abbia

un appalto pubblico e lo Stato non mi paga; succede che io

non riesco a mia volta a pagare i miei creditori e non

riesco a mettere a posto la mia documentazione. Che cosa

succede? Succede che non mi viene dato il ‘durc’ (documento

unico di regolarità contributiva, è l’attestazione

dell’assolvimento, da parte dell’impresa, degli obblighi

legislativi e contrattuali nei confronti di Inps, Inail e

Cassa edile, ndr), ovvero quel foglietto magico che ti

permette di avere l’appalto o  di partecipare alle gare

pubbliche. Senza, non lavori più, è un cane che si morde la

coda.

D. C’è un provvedimento che ritenete più urgente degli

altri?

R. Oggi come oggi sarebbe fondamentale l’Iva per cassa

estesa fino ai 3 milioni di euro di fatturato. Sarebbe un

provvedimento a costo zero per lo Stato che diventerebbe una

piccola boccata d’ossigeno per noi. Oggi la norma parla

invece di fatturati non superiori ai 200 mila euro, una

stupidaggine che così com’è permette a qualcuno di fare del

‘nero’. (Oggi le imprese versano l’Iva nel mese di emissione

della fattura, anche se non è stata pagata. In sostanza

anticipano liquidità. L’Iva per cassa gli consentirebbe di

versarla solo quando effettivamente incassano, ndr).

D. Come vanno i rapporti con Equitalia?

R. Sono stato due settimane fa da Attilio Befera (direttore

dell’Agenzia delle entrate, ndr) e direi che la situazione è

migliorata, ha avuto modo di ascoltarmi per due ore e un

quarto, diciamo che l’ho ‘stremato’. Credo che abbiano

capito che è meglio prenderne pochi, ma buoni. Basterebbe un

po’ di buon senso, capire che chi ha sempre pagato e si

trova ora in difficoltà va aiutato, non messo ulteriormente

nei guai.(Public Policy)

 

2 comments on “Public Policy … di Gaetano Veninata

  1. alessia scrive:

    “Il Decreto sviluppo vale 80 miliardi”. Entro il 2013 pronta la Salerno-Reggio Calabria

    http://affaritaliani.libero.it/economia/il-cdm-approva-il-dl-sviluppo150612.html

  2. franco scrive:

    Fate tutti in fretta, a scrivere cose che già sappiamo, sia (impresecheresistono) che (pmi), la verità secondo me, è che noi partite iva non contiamo nulla, nonostante abbiamo fatturato x il 70% del pil. Non contiamo nulla perchè, che io ricordi non abbiamo mai fatto uno sciopero, non protestiamo mai in modo autorevole, non abbiamo leader, che ci supportano, pensate se in un’altro stato (francia-germania-ecc.ecc.) sarebbero nelle critiche condizioni come le nostre, che farebbero? Lo sappiamo tutti che farebbero, noi invece affondiamo a picco, io personalmente non credo di arrivare a fine anno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...