ICR sostiene l’iniziativa dell’Onorevole Marco Beltrandi.

13

(aggiornamento del 1 Febbraio 2012)

A sostegno dell’iniziativa non violenta di sciopero della fame intrapresa 8 giorni fa dall’On. Marco Beltrandi, per sollecitare risposte dal Governo sui ritardi dei pagamenti alle Piccole e Medie Imprese, ICR ha deciso non solo di dare visibilità all’iniziativa, ma di parteciparvi attivamente con alcuni dei propri aderenti.
Antonella Lattuada, Laura Costato e primo fra tutti il Presidente Luca Peotta per 4 giorni si sono già associati all’iniziativa ed oggi, idealmente, “passano il testimone” a tutti coloro che vorranno seguire il loro esempio.

Tutti gli Aderenti ad ICR – ma non solo – che si sentiranno dunque di sostenere l’iniziativa con con questo gesto concreto (anche per ottenere una maggiore attenzione mediatica nei confronti dell’azione portata avanti dall’On. Beltrandi) potranno aderire allo sciopero della fame per 1 o più giorni, seguendo questa modalità:

 Tre cappuccini al giorno, con una bustina di zucchero.

Chi vorrà aderire a questa azione non violenta dovrà cliccare sul tasto commenti , scrollando sino in fondo e lasciando il proprio, indicando “Nome”, “Cognome”, “Città”, “data di inizio” e “numero di giorni di partecipazione”.

Grazie sin da ora a tutti coloro che già dalla mezzanotte di oggi (o dei prossimi giorni) vorranno aderire …

PIU’ SIAMO E PIU’ CONTIAMO!

In concomitanza con l’iniziativa non violenta dell’On. Beltrandi Radio Radicale ha contattato alcuni membri di ICR, che hanno aderito allo sciopero della fame, chiedendo loro le motivazioni che li hanno spinti ad intraprendere questa protesta.
Con l’occasione sono stati toccati tutti i temi portati avanti da tempo dal nostro Movimento.
Attendiamo i vostri commenti.

Le interviste pubblicate da Radio Radicale sono disponibili ai seguenti links:

DAL PUNTO 00:25:40