La Storia incredibile di Paolo Landi, Imprenditore Bolognese (Scarica il libro e diffondilo)

12

(Riceviamo la richiesta e la pubblichiamo, come fonte di informazione)

Il “libro-testimonianza” che scaricherai (e che ti invitiamo a leggere e diffondere il più possibile) ripercorre la storia e le peripezie di Paolo Landi, un Imprenditore bolognese “come tanti” che, dalla mattina alla sera – a causa del solo sospetto (poi rivelatosi infondato) di aver collaborato con la Criminalità Organizzata, oltre agli inevitabili problemi con la G.d.F. – é passato dall’essere “Uomo di Successo” con famiglia, Imprese che davano da lavorare a centinaia di dipendenti, proprietario di case, auto ecc… a divenire un vero e proprio nullatenente, che oggi vive in affitto e sbarca il lunario come piadinaro!

Il Libro è stato realizzato da un ex Professore e Preside di Istituto frequentato da Paolo, il Prof. Carlo Monaco, in seguito anche vice-sindaco di Bologna con Guazzaloca ed antagonista nelle elezioni di V.Errani alla Regione Emilia Romagna.

E’ semplicemente allucinante ripercorrere le tappe che hanno portato oggi Paolo – che ha deciso di “non mollare” – ad aprire un’attività di piadine e crepes in Via Indipendenza nel Centro di Bologna.

Oggi realizza personalmente, con amore e tanto orgoglio, prelibatezze dolci e salate, dopo aver pensato molte, troppe volte, di …. “farla finita”!

Scegliere il suo locale non é solo un “atto di bontà” (sono infatti buonissime) ma un piccolo, grande gesto nei confronti di una PERSONA che, nonostante tutto, sceglie di “restare dirito” e lottare perché … imprenditori non si diventa: è una “malattia” dalla quale non si riesce, non si può guarire!

Grazie Paolo per la splendida lezione che hai saputo insegnarci: non mollare!

Cliccare sull’immagine del libro per scaricarlo in versione PDF
Verrà proposto di scaricare un file in formato ZIP…
abbiate pazienza … sono 33 pagine!

12 comments on “La Storia incredibile di Paolo Landi, Imprenditore Bolognese (Scarica il libro e diffondilo)

  1. CESARE scrive:

    Accanto agli indigandos c’è anche il movimento dei 300 greci (www.300ellines.com) che come i 300 spartani di Leonida alle Termopili si oppone solo contro tutti e chiede di tornare alla dracma. Come? Attraverso la raccolta di firme e la mobilitazione popolare.

    http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2011-06-28/grecia-sciopero-generale-contro-101954.shtml?uuid=AaJhldjD

  2. daniela scrive:

    Il libro e la storia di Paolo Landi verrà inserito anche in LiberoReporter.

  3. daniela scrive:

    Per cortesia chi conosce direttamente Paolo Landi? Vi prego di inviare a comunicazione@liberoreporter.it un logo, indirizzo e tel della piadineria, perchè vogliamo inserire la sua pubblicità su tutti i nostri portali. Una piccola cosa..in segno di solidarietà.

    Il libro tra pochi minuti sarà ottimizzato e scaricabile anche da http://www.liberoreporter.it
    Daniela Russo

    • Buongiorno Daniela,
      Paolo prima era mio Cliente; ora è mio Amico. Sto cercando in tutti i modi di essergli vicino in questo difficilssimo momento. Grazie per quello che potrete fare, ti farò avere al più presto quanto necessario per renderlo visibile sui vostri portali.

      Maurizio
      335 7473186

      • ugobernasconi scrive:

        Ciao Maurizio, la storia del Sig Landi è incredibile…….purtroppo ho conosciuto un altro signore con medesima situazione e penso che se indaghiamo di storie così brutte ne troviamo tante.

        Oggi per fare un BANALE esempio sono andato in camera di commercio per un certificato ed ho portato con me una persona laureata e proveniente da un altro stato europeo. Maurizio !!!!
        Si è spaventata mi ha detto che gli sembrava di essere a scherzi a parte.
        Entro ore 11 deserto 4 sportelli aperti con altrettanti funzionari NON C’ERA NESSUNO e mi dicono prego prenda il numero ……già lì mi veniva da ridere e poi non ti dico dovevo fare un certificato di origine di un macchinario italiano fatto ad IMOLA con tanto di fattura e manuali in italiano etichetta Ce in Italiano con scritto MADE IN ITALY mi han mandato indietro perche’ ci vuole una dichiarazione di chi me lo ha venduto che è fatto in Italia…………….ma dove vogliamo andare dove!!!!!! KAKKIO tutti che ti vogliono segare le gambe…..le banche, lo stato, gli enti…………………….ma per far l’imprenditore in Italia devi fare l’esame per vedere se sei coglione perchè se non è così sei un pazzo.

  4. alessia scrive:

    Ho letto le prime 20 pagine della storia del sig Landi : ne sono rimasta profondamente colpita e amareggiata.
    Purtroppo e mi costa doverlo ammettere, ciò che è successo a lui, può succedere a ognuno di noi in questo stato di cose.

  5. PAOLO scrive:

    CARI SIGNORI ,
    SONO PAOLO LANDI … VI RINGRAZIO DI TUTTO QUELLO CHE AVETE COMMENTATO SU DI ME, PURTROPPO CREDO CHE ALESSIA ABBIA VERAMENTE RAGIONE,CIO’ CHE E’ CAPITATO A ME PUO’ CAPITARE A TUTTI …IN QUESTO STATO ASSURDO

    MA QUESTO STATO …. SIAMO NOI … SE VOGLIAMO CHE SIA ANCORA COSI’ ….. BENE …. NON FACCIAMO NULLA SE VOGLIAMO CHE MIGLIORI …. ECCO DOBBIAMO TIRARE FUORI LE PALLE …. E CREDO E MI AUSPICO SOPRATTUTTO QUELLE DELLE DONNE …. CHE ALLO STATO ATTUALE SONO LE PIU’ SOSTANZIOSE.

    BENE IO CI SONO …. E NON MI VERGOGNO …. SONO TENDENZIALZIALMENTE UN UOMO DI DESTRA … DELLA DESTRA SOCIALE …. BENE NON HO VERGOGNA A CHIEDERE AIUTO ALLA SINISTRA RADICALE …. MA QUESTA ITALIA VA SALVATA …. E SOLO NOI ITALIANI POSSIAMO FARLO

    OGGI LO SCIOPERO NON E’ DEI LAVORATORI MA DELLE NOSTRE IMPRESE ….

    E’ L’UNICA SOLUZIONE CHE VEDO POSSIBILE, PER SENSIBILIZZARE L’OPINIONE PUBBLICA E LE NOSTRE FUNZIONI STATALI.

    SE AVETE ALTERNATIVE ….. OGGI I CONTI ECONOMICI SONO SCOPPIATI, I PATRIMONI STANNO ANDANDO IN FUMO ………….

    COSA ASPETTARE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  6. diapason scrive:

    Consiglio a tutti gli amici di portarsi sul proprio note book o in una cartellina questa ulteriore storia dell’orrore italiano per prepararsi, domani mattina potrebbe capitate ad ognuno di noi. Il tanfo di violenza, sopruso, mancanza di legalità, sfascio della civiltà è ormai opprimente ed insopportabile. Chiedo ad ICR di creare nel proprio blog in alto una finestra titolata GALLERIA degli ORRORI nella quale raccogliere questa storia e le molte altre che riguardano
    la violazione sistematica dei diritti umani fondamentali distruggendo sadica-mente la vita di molti imprenditori. Un orrore continuo di cui i colpevoli devono rendere conto all’umanità, considerato che in Italia sono impuniti e reiteranti. Questa mattina Canale Italia trasmetteva in diretta con la presenza in studio del sig. Giovanni F., volutamente fatto fallire con strazio e scempio dalle sua azienda e della sua casa, un figlio per tali cause suicida, una figlia a causa del dolore con danni irrecuperabili alla sfera psicologica, la vittima stessa a causa dello stress violentissimo e delle barbarie a cui era sottoposta colpita da infarti multipli e conseguenti operazioni sul cuore.
    Sono storie che tutto il mondo deve conoscere e che richiedono pene seve-rissime per i massacratori. Cosa serve il progresso tecnologico se non trovano applicazione i primordiali principi di giustizia ?

  7. PAOLO scrive:

    caro diapason,
    hai centrato ……….. pensa e rifletti ancora

    un uomo che con 30 negozi leader commerciale a bologna tutt’ora presidente della ascom di bologna

    si umili facendo prima uno sciopero della fame, poi si disperda in un bosco … in abbandono totale …. poi l’anno scorso con civilta’ da cittadino onesto presidi per 40 gg palazzo graziosi … in attesa che venga ricevuto dal presidente … che per giunta lo ha sempre votato e non venga neppure ascoltato ne’ da lui ne’ da nessun dei suoi giannizzeri …. e una vergogna !!!

    INCONTRAI L’AVV GHEDINI il quale mi aveva promesso di verificare la mia vicenda …. ma ha premesso che era troppo impegnato per i problemi del presidente…

    mi sarebbe piaciuto rispondergli che anche lui era li’ perche’ eletto dagli italiani e io sono anche se mi vergogno ITALIANO

    il mio presidente generale ascom …. mi ha risposto che se eravamo piu’ amici si sarebbe schierato con me, i due sindaci di bologna … si sono sempre fatti di nebbia

    domani comunque chiedo un appuntamento al mio nuovo sindaco, che non ho votato, ma se solo mi ascoltera’ mi iscrivero’ al PD

    SONO AL PUNTO CHE NOTANDO QUESTA INDIFERENZA NELLE ISTITUZIONI E NELLA GIUSTIZIA RICORRERO’ ALLA CORTE EUROPEA.

    MI VIENE MALE DA DIRE …. MI VISTO CHE SONO STATO INDAGATO PER ASSOCIAZIONE A DELINQUERE DI STAMPO MAFIOSO ……… E CHIARAMENTE NON C’ENTRAVO NULLA

    NON E’ CHE DEVO CHIEDERE AIUTO E COMPRENSIONE A TOTO’ RINA E IL SUO GRUPPO ….. MAGARI MI ASCOLTANO ………. PERCHE’ IO VOGLIO SOLO QUELLO

    UN CARO AMICO E SOCIO VIRTUALE AVREBBE INTITOLATO IL MIO LIBRO

    PAOLO LANDI LA SUA STORIA …. ROVINATO IN ATTESA DI GIUDIZIO FINALE

    UN CARO ABBRACCIO A TUTTI QUELLI CHE MI LEGGONO …. CHE PREGO DI SALUTARMI CON UNA PICCOLA RISPOSTA UN SMS O UNA TELEFONATA ….. PER ME E’ ENERGIA …….

    PAOLO LANDI
    348 9010703 TIM
    328 348 8888 WIND

    • giòTorino scrive:

      ciao Paolo, ho letto la tua allucinante storia e credimi non mi sorprende + di tanto, oramai siamo talmente abituati a questo schifo che a momenti nemmeno le torce umane davanti alla agenzia delle entrate sembrano scuotere le coscienze di chi ci governa ! Io come te ho dovuto reinventarmi una specie di vita, che non è certo quella che meritavo o x la quale ho lavorato tanto, l’alternativa era “buttarmi sotto il primo treno che passa vicino casa mia”…ho scelto di vivere (x ora) ciao ti abbraccio.

    • Valentino scrive:

      Buongiorno a tutti, solo oggi scopro questo sito. Anke io sono nella stessa situazione del sig. Paolo Landi. Solo che la mia era una ditta estera di cui non faccio il nome solo perche ci sono ancora indagini in corso. E una cosa assurda, vendere telefonia oggi e pegio che essere uno spacciatore, per quanto bene puoi fare, sei sempre coinvolto in queste frodi iva.. O che vendi..o che compri… E la cosa peggiore, e che non sei tutelato…

  8. Rita Mura scrive:

    ciao Paolo , ho letto il libro ….e’ da brivido!!!!!! Siamo in balia di porsone dementi , pensare che una cosa del genere puo’ capitare a chiunque di noi e’ assurdo e schifoso . Per lo stato Italiano le “persone ” non esistono piu’ e’ una vergogna , stanno costringendo le persone al suicidio , e intanto loro vanno avanti imperterriti come se nulla fosse.
    Paolo , cosa dirti ….. che ti sono vicina ,che ti capisco ….ma lo so che non basta , sono troppo distante (Sassari) per venire a gustare le tue prelibatezze , un abbraccio ….e mi raccomando non mollare .

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...