Cos’è la Financial Transaction Tax

2

TUTTO QUELLO CHE AVRESTE SEMPRE VOLUTO SAPERE SULLA FTT

La tassa sulle transazioni finanziarie (Financial Transaction Tax – FTT) è nuovamente parte dell’agenda internazionale. Il documento finale del G20 di Pittsburgh di settembre 2009 chiede al Fondo Monetario Internazionale di preparare entro giugno 2010 un rapporto sulle opzioni su “come fare in modo che il settore finanziario possa dare un contributo giusto e sostanziale per pagare per ogni costo associato con gli interventi governativi per riparare il sistema bancario”.

Dalla Tobin alla FTT

Negli scorsi anni diverse organizzazioni della società civile internazionale hanno chiesto l’implementazione di una tassa sulle transazioni valutarie. La proposta prende il nome dal premio Nobel per l’economia James Tobin, che per primo la propose negli anni ’70. In Italia, una campagna guidata dall’associazione Attac ha portato nel 2002 a consegnare in Parlamento un disegno di legge di iniziativa popolare con il sostegno di quasi 180.000 firme.
Tale proposta non è mai stata discussa.

L’imposta sulle transazioni finanziarie presenta una differenza sostanziale. Mentre la Tobin Tax e le successive varianti si riferiscono agli scambi di valuta, la FTT prende in considerazione tutte le transazioni su strumenti finanziari, allargando così sostanzialmente la base imponibile rispetto alla proposta Tobin.

Approfondisci l’argomento su ZEROZEROCINQUE