IL CONSIGLIO DEI MINISTRI APPROVA LO SMALL BUSINESS ACT “ITALIA PRIMO PAESE IN UE CHE PENSA ALLE PICCOLE IMPRESE”

Della serie “facciamoci due risate” nella repubblica delle banane.

Como, 27 novembre 2009

“L’Italia, il Paese con la più alta densità imprenditoriale al mondo, è il primo in Europa a recepire i principi dello Small Business Act. E’ un grande segnale della volontà del Governo di porre al centro dell’iniziativa politica e delle strategie di sviluppo del Paese 4.223.639 micro e piccole aziende, vale a dire il 98,2% delle imprese italiane, che danno lavoro al 59,3% degli addetti, realizzano il 43,9% del valore aggiunto e il 39,4% degli investimenti”.

LEGGI

Ci chiediamo e chiediamo a voi:

Per caso l’avete visto passare questo Small Business Act? Perchè magari non lo abbiamo riconosciuto.

Questo provvedimento consigliato fortemente dal parlamento Europeo e tanto decantato e persino approvato dal consiglio dei ministri e dalle regioni, non è altro che un insieme di “consigli per l’uso” di una mente europea pensante, come la nostra, che fatica non fà a distinguere le priorità dalle baggianate dell’aria fritta.

Riportiamo il testo dello SBA discusso nel C.M.

Leggetelo attentamente, è fondamentale, questo atto è stato APPROVATO DAL CONSIGLIO DEI MINISTRI. Quindi, deduciamo che fino ad ora, tutte le volte che ci è stato risposto che le nostre richieste erano inapplicabili ci hanno proprio preso per i fondelli, cosa che già immaginavamo, ma che viene oggi PALESEMENTE confermato dal fatto che queste richieste SONO STATE CONDIVISE ED APPROVATE NON SOLO DAL PARLAMENTO EUROPEO MA ANCHE DAL NOSTRO CONSIGLIO DEI MINISTRI.

IL VERO SMALL BUSINESS ACT DEL PARLAMENTO EUROPEO

e a che punto sono gli altri paesi europei nel recepimento della direttiva.

Ora chiediamo formalmente L’APPLICAZIONE CONCRETA di quanto approvato ed in tempi brevi, che almeno si cominci, e direi che ci accontientiamo pure, vista la differenza tra i due.

Oppure l’hanno concretamente applicato e noi ce lo siamo persi?